Top Secret senza energie, netto ko a Latina

Troppi oltre quaranta giorni di pausa forzata: manca il ritmo partita, non bastano il Pacher-show e le rotazioni

LATINA. È ancora priva di energie, la Top Secret. Dopo oltre 40 giorni di sosta forzata ai box causa Covid ci voleva più di una settimana di lavoro per avere una condizione almeno accettabile. Al Pala Bianchini, ieri pomeriggio, il match contro la Benacquista è durato sostanzialmente lo spazio del primo parziale, poi i pontini hanno spinto sull’acceleratore e per il Kleb non c’è stato niente da fare: al 40’ sarà 92-64.

Non facile


Dopo la lunghissima pausa forzata, non era facile trovare immediatamente il ritmo gara, nonostante coach Leka praticamente da subito abbia ruotato tutti gli effettivi a disposizione.

È Pacher show, in avvio della prima frazione: suoi 7 dei primi 9 punti della Top Secret (11-9 al 5’). Lewis e Trotter si scatenano (19-9 al 7’), ma il finale della prima frazione è tutto di marca Kleb: prima il duo Fantoni-Pacher (19-14 all’8’), poi quello Dellosto-Hasbrouck confezionano il controbreak complessivo di 2-10 che, in 3’, riporta a -2 i biancazzurri (21-19).

Il match si spacca in avvio della seconda frazione, quando Piccone e Mouaha trovano canestri davvero importanti, ben coadiuvati dall’ultimo arrivato Trotter e da Baldasso: al 15’ è 39-27. Pacher continua a fare canestro, capitan Fantoni non molla mai, ma le triple di Mouaha e Baldasso cacciano addirittura a -16 la truppa biancazzurra: al 16’ è 45-29. Il finale del primo tempo è tutto di marca Benacquista che, con Trotter (altra bomba) e Piccone, trova il +20 con cui si va all’intervallo lungo. Per i biancazzurri, 38% al tiro dal campo contro il 53% dei pontini, che arpionano più rimbalzi dei biancazzurri (21 e 16), controllando di fatto il match.

Gap importante

Cambia niente nei secondi 20’. Al 24’, Filoni e Pacher hanno un bel sussulto e cercano di riportare i biancazzurri sotto nel punteggio: 58-40. Ferrara è davvero encomiabile, cerca di fare di tutto per ridurre un gap che, al 26’, dice -26 (di Lewis il cesto del 66-40). Coach Leka fa ruotare tutti gli effettivi a disposizione, molti minuti in campo per i giovani, che avevano come obiettivo quello di dare riposo ai senatori. Zampini, Ugolini, Dellosto e Filoni non si tirano indietro di un millimetro, capitan Fantoni è davvero stoico a lottare su ogni pallone, ricevendo i complimenti dello staff tecnico e dirigenziale al seguito della squadra.

Ricaricarsi

La Top Secret di più non poteva fare, ora l’obiettivo è ricaricare le pile e aumentare i giri del motore in vista del derbissimo a Cento di domenica pomeriggio. I biancazzurri affronteranno una Tramec forte dell’arrivo dell’ex Peric. Alcuni giorni di lavoro in più saranno sicuramente utili per battagliare in una gara molto sentita come quella contro Cento.

La stanchezza della gara di ieri pomeriggio dovrà tramutarsi in energia positiva, come del resto in grandissima voglia di riprendere a gioire. —

Lorenzo Montanari

© RIPRODUZIONE RISERVATA