Gallinari brilla con gli Hawks Curry trascina Golden State

roma. Con un solo punto di differenza e una super prestazione di Steph Curry, Golden State ha beffato al suono della sirena i Bucks per 122-121. È stato il risultato più clamoroso dell’ultimo turno Nba, grazie soprattutto a Curry che oltre a trascinare i suoi ha messo a referto ben 41 punti, consentendo ai Warriors di sperare ancora in un posto nei playoff. Hanno vinto e si sono ripresi il comando della classifica a est i Sixers, ne ha fatto le spese Boston piegata 106-96. Protagonista della gara Joel Embiid, autore di 35 punti. Ottima serata anche per Danilo Gallinari, che ha firmato 14 punti e una buona prestazione nella sfida che Atlanta ha vinto contro i Pelicans per 123-107, rafforzando la classifica in chiave playoff. Turno positivo per le due formazioni di Los Angeles. I Lakers, ancora senza Lebron James, hanno espugnato Toronto per 110-101; i Clippers hanno sconfitto Portland per 133-116, con i 36 punti di Paul George e i 29 di Kawhi Leonard. Vince ancora Denver (134-119 su Detroit) e si conferma in quarta posizione a ovest, dopo aver scalzato i Lakers. In classifica, a est sono al comando i Sixers seguiti da Net e Bucks; a ovest è prima Utah Jazz, seguita da Suns e Clippers.

MCLEMORE AI LAKERS


I Lakers hanno ingaggiato la guardia Ben McLemore. Ha giocato 32 partite per Houston in stagione, segnando una media di 7,4 punti, 2,1 rimbalzi e 0,9 assist in 16,8 minuti a gara. In 471 partite ha segnato una media di 8,9 punti (0,417 FG%), 2,4 rimbalzi e 1,0 assist in 23,1 minuti a partita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA