Bulgarelli in campo col Kleb Ibf è il nuovo top sponsor

L’ex presidente ha deciso di affiancare la società per i prossimi anni «Onorato di affiancarmi a D’Auria. La città deve credere in questo progetto»

FERRARA. In tempi di pandemia da Covid 19, quanti imprenditori decidono di investire nel mondo dello sport? Beh, pochi.

A Ferrara c’è Fabio Bulgarelli, già presidente della Pallacanestro Ferrara, che con la sua IBF Emilia ha deciso di affiancarsi a Francesco D’Auria, attuale patron del Kleb Basket, divenendo top sponsor della società biancazzurra. Contro Scafati, mercoledì pomeriggio, Bulgarelli e la moglie Milena sono ritornati all’MF Palace, ieri mattina, in un’apposita conferenza stampa, D’Auria e Bulgarelli si sono scambiati messaggi di fiducia e stima reciproca.


il messaggio

«È molto importante che, da amico ed ex patron, Fabio Bulgarelli ci venga a dare una mano in questo momento epocale per il mondo del basket – dice il numero 1 del Kleb Basket, Francesco D’Auria -, IBF Emilia sarà top sponsor, di questo siamo davvero molto contenti: è un ritorno molto gradito, siamo sempre stati in contatto, ci tengo a ringraziare tantissimo Bulgarelli».

Eccolo, l’ex presidente biancazzurro: «Sono onorato di affiancarmi a Francesco D’Auria – le parole di Fabio Bulgarelli -, contento di avergli ceduto la società. D’Auria si è dimostrato un presidente molto lungimirante, sta facendo cose che io stesso non sono riuscito a fare. Considerando il periodo, sta realizzando un miracolo sportivo ed imprenditoriale, da qui l’esigenza personale di volerlo affiancare in un momento difficile per mille motivi. Lanciamo un messaggio di speranza e di compattezza, per tenere questa attività a Ferrara in modo che duri nel tempo. D’Auria ha già lasciato un’ impronta nella storia della città: ha praticamente rifatto nuovo il palasport, lavori che dureranno negli anni, dono lasciato alla città. Da due anni i risultati sportivi sono eccellenti – ha continuato Bulgarelli -, confido di restare al fianco di D’Auria nei prossimi anni, alla città dico di credere in questo progetto, il mondo Kleb merita aiuti. Perché sponsor? Per la gratitudine nei confronti di D’Auria, che ha portato avanti un percorso in una situazione complicata: quello che sta facendo lui io non sono riuscito a farlo in sette anni. Francesco è aiutato dall’ entusiasmo e dalla forza dell’età».

indicazioni

Come vede, Bulgarelli, la Top Secret? «Anzitutto dico che contro Scafati ho visto una fisicità importante, considerando quello che ha passato ho visto una squadra sana, che ha tenuto i 40’ senza cali di tensione, ho visto grande determinazione. La Top Secret è in una direzione importante, fondamentale ora sarà mettere i piedi nei play off e giocarsela. Ci sono squadre con altre velleità, ma avere una squadra costruita molto bene è importante, io non ho mai avuto squadre così lunghe, questo è sintomo di grande cura dei dettagli, anche i giovani sono importanti. Vedo solo cose positive».

Chiusura con D’Auria, che ricorda l’ ultimo Kleb dell’era Bulgarelli, quello che poggiava su Rush, Hall, Cortese, Moreno, Molinaro, Fantoni e Panni:

«Era una grande squadra, davvero fortissima. Una squadra come quella, con una dirigenza come l’attuale, beh, forse avrebbe potuto finire ancora più avanti nei play off...».

Una post season che la Top Secret di oggi vuole certamente ritrovare. —

Lorenzo Montanari

© RIPRODUZIONE RISERVATA