La nuova idea della Formula 1: “sprint race” da questa stagione

Gare in programma il sabato sulla lunghezza di cento chilometri Oltre a garantire punti mondiali andrebbero a incidere sulla griglia di partenza

maranello. È sempre più vicino l’accordo tra i team di Formula 1 e gli organizzatori del campionato mondiale per disputare già nel corso di questa stagione tre gare sprint. Lo riferisce il magazine specializzato Autosport, secondo cui l’ultima proposta economica della F1 avrebbe convinto i team sull’introduzione del nuovo format in tre gare di questa stagione.

Di cosa si tratta è presto detto: la “sprint race” è una gara di 100 chilometri. Durante la corsa non sono previste soste e dunque cambi di gomme ai box. Una “battaglia” veloce che si concluderà con l’esaurirsi dei chilometri. Pratica, questa, che è di casa in altre categorie minori, tra queste anche la Formula 2. Attenzione però. La “sprint race” assegnerà dei punti, pare che al massimo saranno 12 e poi a scalare ai primi otto classificati. L’ordine di arrivo di questo particolare format, inoltre, determinerà la griglia di partenza della classica gara in programma come di consueto la domenica. L’iniziativa era già stata anticipata da Stefano Domenicali che fa parte del governo della Formula 1. L’ex “uomo-Ferrari” aveva anche annunciato che le novità ufficiali sarebbero arrivate durante il Gp di Imola in programma il fine settimana del 18 aprile. La settimana che inizierà a breve potrebbe dunque portare in dote ulteriori sviluppi su questa particolare vicenda che andrà a modificare, nemmeno di poco, il mondo della “regina delle corse”.


Come detto, tra l’altro, si sono sviluppate nei mesi scorsi le trattative con i vari team che prendono parte al circus. Anche in questo caso non mancano le indiscrezioni. O meglio non mancano le risposte a quella che è la domanda principale. Come avranno fatto a convincere le Scuderie in corsa per il Mondiale?

La Formula 1 avrebbe garantito alle Scuderie 500mila dollari extra un innalzamento del budget cap dello stesso ammontare. Manca ormai solo l’annuncio ufficiale per il debutto delle così dette “sprint race”, sulla durata di 100 chilometri da disputare il sabato, in occasione dei gran premi di Silverstone, Monza e Interlagos. L’obiettivo della F1 è vedere l’impatto di questo nuovo format sui tifosi, in vista di un possibile introduzione a pieno regime nelle stagioni successive. Le gare sprint metterebbero in palio anche dei punti per il campionato mondiale e servirebbero a definire la griglia di partenza per la gara della domenica.

Un scenario suggestivo del quale conosceremo a breve i contorni. Per tornare alla stretta attualità, invece, c’è da segnalare l’approdo in Aston Martin di Nico Hulkenberg che vestirà i panni del “pilota di riserva”. Avrà lo steso ruolo anche in Mercedes. Sempre l’Aston Martin potrebbe accogliere Marco Mattiacci ex team principal Ferrari . —

E.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA