Una Primavera al top Battuta la Sampdoria e sogno playoff vivo

Mister Scurto dopo il successo di sabato: «Avanti così» E Moro non ha dubbi: non siamo inferiori a chi ci precede

ferrara. “Dacci un cinque”, Primavera Spal. Perché sta facendo divertire, sta facendo sognare i più attenti appassionati alle vicende del settore giovanile biancazzurro e perché con il quinto risultato utile del periodo si è meritatamente piazzata al quinto posto di una classifica che è finalmente tornata ad essere sorridente per davvero, con la zona salvezza allontanata ormai definitivamente e con il sogno playoff assolutamente vivo e caldo. Il difficile periodo che la giovane squadra di Scurto aveva trascorso tra la fine del girone d’andata e l’inizio del ritorno è stato messo alle spalle con un filotto pieno di qualità mischiata alla fondamentale dose di voglia che i biancazzurri sono riusciti a gettare anche nell’ultima uscita vittoriosa sulla Sampdoria (ex capolista del torneo, ora superata dall’Inter che si trova a +5 sulla Spal). Le reti dell’ottimo Ellertsson (seconda partita consecutiva a bersaglio per l’islandese) e del solito bomber Moro (entrato a inizio ripresa per un Tumminello senza infamia e senza lode) hanno deciso la gara e consegnato tre punti pesantissimi a Scurto: ora chiamato alla prossima trasferta di Roma – impegno non banale, anche per il suo passato da calciatore – che si giocherà sabato alle ore 15 (i giallorossi si trovano solo a +3 sulla Spal ed a Ferrara nella gara d’andata a gioire erano stati i biancazzurri).

«Vogliamo continuare a fare il massimo possibile – ha detto il tecnico -, siamo contenti perché contro la Sampdoria è stata fatta una buona partita. I ragazzi si sono comportati bene, la prestazione è stata quella preparata per cui siamo pienamente soddisfatti».


Contro i blucerchiati Scurto ha dovuto fare a meno in difesa di Iskra e Owolabi, ma ha ottenuto un’ulteriore risposta positiva da Savona e dal sorprendente Csinger (che ha giocato al posto di Raitanen): «Sono molto contento – dice l’allenatore -, hanno fatto una grande partita e non era facile per un duplice motivo: perché gli avversari erano forti e perché quando non si gioca con continuità non è semplice. Qui chiunque entra si fa trovare pronto ed è la vera dimostrazione che il nostro è un gruppo serio che lavora durante la settimana. Siamo in tanti, cerchiamo di motivare e di spronare tutti, non è facile esser nei panni di chi gioca meno, ma si stanno dimostrando ragazzi seri, che lavorano con grande impegno e quando chiamati in causa si fanno trovare pronti».

Con nove partite (di stagione regolare) a disposizione, Luca Moro continua a gonfiare le reti avversarie in tutti i modi: «Mi sento bene – spiega l’attaccante –, lavoriamo sempre per ottenere il risultato massimo. A mio avviso la Spal non è inferiore rispetto alle squadre che ci precedono in classifica, quindi pensiamo a poter provare ad arrivare più in alto. Le esperienze in prima squadra? Servono tantissimo in tutto e per tutto, ne voglio far tesoro portandole qui in Primavera». Nella giornata di ieri sono arrivate buone notizie dagli altri campi con i pareggi negli scontri diretti che hanno visto protagoniste Milan, Empoli, Genoa e Cagliari. Oggi l’Atalanta sfiderà il Bologna (in programma anche Lazio-Fiorentina). Occhio al recupero infrasettimanale di mercoledì tra Juventus ed Empoli, la zona di classifica è quella che interessa il percorso biancazzurro. —

Alessio Duatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA