Contenuto riservato agli abbonati

Arrivano gli Europei. Un gran poker Spal per rinforzare l’Under 21 di Nicolato

Esposito, Okoli, Ranieri e Sala da oggi in raduno a Tirrenia Per il centrocampista l’inserimento con l’Italia sarà graduale

FERRARA. Figureranno come giocatori della Spal fino al 30 giugno. Per cui il vanto biancazzurro di avere quattro elementi a rappresentare l’azzurrino dell’Under 21 è cosa non di poco conto. Soprattutto in chiave futura. Perché le intenzioni da via Copparo sono palesi: ripartire dai giovani e farlo possibilmente da chi ha già avuto un impatto (positivo) con la galassia estense. Sta di fatto che tra i 21 convocati dal c.t. dell’U21 italiana, Paolo Nicolato, per lo stage di preparazione alla fase finale del prossimo Europeo, figurano Caleb Okoli, Luca Ranieri, Marco Sala e Salvatore Esposito. I quattro ragazzi dell’ormai ex gruppo Spal si alleneranno da oggi a Tirrenia fino a sabato 22. Poi sarà ora di convocazioni definitive, con la lista dei partecipanti diramata lunedì 24. L’Italia affronterà il Portogallo (quarti di finale) lunedì 31 a Lubiana, mentre l’eventuale semifinale sarà il 3 giugno a Maribor con l’atto conclusivo in programma tre giorni dopo.

SALVATORE


Esposito (2000) è uno dei ragazzi maggiormente apprezzati da Nicolato. Tuttavia il biancazzurrro – per la giovane età – ha avuto fin qui soltanto due simboliche presenze con l’U21: i minuti di recupero di Italia-Islanda (novembre 2019 a Ferrara) e l’amichevole del settembre 2020 con la Slovenia. Per il resto, l’inserimento nella rappresentativa tricolore sarà sicuramente graduale. I numeri dell’ultimo campionato (5 gol e 4 assist) sono dalla sua parte, nonostante una seconda fetta di stagione sicuramente al ribasso rispetto al grande inizio sotto la guida di Marino. I quasi 2600 minuti collezionati sono un tesoro: tant’è che vale la pena ricordare che dei quattro giocatori in questione, Esposito è l’unico di proprietà della Spal.

CALEB

Okoli (2001) è ancora più giovane rispetto al centrocampista stabiese. L’esordio col l’U21 non c’è ancora stato, ma la sua crescita nel girone di ritorno (con la delizia dell’illusorio gol di Lecce) ha acceso ulteriori fari sul ragazzo di proprietà dell’Atalanta. Ora speranzoso di potersi giocare le sue carte anche in Nazionale. Zamuner vorrebbe trattenerlo a Ferrara: ovviamente la decisione di rinnovare il prestito spetterà soprattutto ai bergamaschi proprietari del cartellino, ma le possibilità e il gradimento di tutte le parti coinvolte potrebbe dare l’esito sperato per una riconferma.

LUCA

Ranieri (1999) era stato protagonista contro Spagna e Slovenia nelle partite del girone giocate al termine del marzo scorso arrivando a un parziale di 7 presenze con l’U21. Nato a La Spezia, Ranieri ha fatto tutte le trafile giovanili con la selezione italiana. In chiave futura, anche la conferma di Ranieri a Ferrara dipenderà da un altro club: ovvero la Fiorentina. I margini di manovra per un “Ranieri bis” sembrano leggermente meno larghi rispetto alla situazione Okoli. Ma la Spal ci proverà con tutta se stessa e con un’opera di convincimento in particolar modo dettata dagli importanti numeri accumulati dal difensore in quest’ultimo campionato.

MARCO

Della stessa annata è anche Sala. L’esterno mancino, tuttavia, è destinato al ritorno al Sassuolo dopo le 37 presenze complessive (tra campionato e Coppa Italia) raccolte in maglia Spal. Soprattutto per una questione tattica, essendo un “quinto” poco adattabile in caso di variazioni di schema. Poi diciamoci la verità: Sala si è a tratti ben comportato, si è impegnato, ma non ha mai entusiasmato o convinto completamente. Nel mentre, con l’U21 la speranza del giocatore è di trovar spazio come fatto nelle qualificazioni e nel girone eliminatorio. —

Alessio Duatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA