Contenuto riservato agli abbonati

Spal, Tacopina: «Ci vorrà una settimana per studiare le carte e poi procedere»

Joe Tacopina

L’avvocato: la manifestazione d’interesse per acquisire la società c’è stata, adesso dobbiamo formulare l’offerta

FERRARA. Settimana probabilmente decisiva per la Spal, anche se ormai è da tempo che lo si dice. Ma è evidente che non si potrà andare avanti in eterno con l'attuale situazione di stallo.

Joe Tacopina ieri è rientrato negli Stati Uniti: volo Alitalia Az602 delle 10, da Fiumicino. A New York tirerà le somme dei contatti avuti con la famiglia Colombarini, relazionerà tutti i suoi soci/investitori e deciderà infine se formulare l'offerta d'acquisto ufficiale per rilevare la Spal, ed a quali condizioni economiche. Lo ha ammesso lui stesso, prima di imbarcarsi: «Ci vorrà una settimana per studiare bene le carte e decidere come procedere per acquisire la Spal. L’interesse c’è, infatti è stata dimostrata una manifestazione in talsenso,cui dovrà seguire l’offerta».


Poi starà alla proprietà biancazzurra accettare o meno la proposta che verrà eventualmente formulata. A quel punto si saprà quale destino avrà la Spal. Allo stato, la trattativa più concreta è questa con Tacopina. Quindi, o si concluderà con esito positivo oppure la famiglia Colombarini dovrà procedere con tutte le mosse indispensabili, dalle formalità burocratiche alla scelta dell'allenatore fino alle prime operazioni di mercato, senza dimenticare la programmazione del lavoro estivo. Un cantiere molto vasto, ma che bisognerà iniziare ad allestire per forza di cose. E identica missione toccherà naturalmente a Tacopina se rileverà il club. A meno che non prenda corpo un’altra ipotesi che sta affiorando nelle ultime ore (ne parliamo a parte) ma che necessita di verifiche ed approfondimenti.

Previsioni? Nessuna. Impossibile farne, su tutti i fronti. In tale contesto c'è un direttore sportivo, Giorgio Zamuner, che si sta barcamenando per essere pronto a procedere immediatamente, da lunedì prossimo a questo punto, se toccherà a lui costruire il team per la stagione 2021/22. Insomma, si naviga ancora a vista. Un'incertezza che ovviamente non fa bene, ma sembra non esserci un’altra via d’uscita. Solo un’improvvisa accelerazione, in un senso o nell’altro, potrebbe cambiare le carte in tavola.

Da quanto emerge, in linea di principio le intenzioni di Tacopina sono quelle di rilevare l’intero pacchetto azionario della Spal e non una semplice quota, sia pure di maggioranza, e l’idea sarebbe quelladi dare la scalata alla serie A già al primo anno. Ma adesso è davvero il tempo di passare ai fatti. L’operazione di acquisto della Spal non presenta rischi, quindi si attendono le mosse di Tacopina e la risposta della famiglia Colombarini.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA