Paura per Antonio Rossi Ricoverato dopo l’infarto «Ora il peggio è passato»

COMO. Antonio Rossi, sottosegretario con delega allo Sport di Regione Lombardia ed ex campione olimpico di canoa, è stato colto da infarto mentre partecipava a una mezza maratona a Conegliano, in provincia di Treviso, domenica scorsa. Dopo i soccorsi e le prime cure, è stato trasferito all’ospedale Sant’Anna di Como, dove tutt’ora è ricoverato. Le sue condizioni sono buone e nei prossimi giorni potrebbe essere dimesso.

«Sto bene, la situazione è sotto controllo e conto di ritornare rapidamente alla normalità. Sono moltissimi i messaggi di affetto che sto ricevendo in queste ore. A tutti coloro che mi sono stati vicini, un forte abbraccio virtuale e un arrivederci a presto». È questo il messaggio di Antonio Rossi, sottosegretario che ha la delega anche alleOlimpiadi 2026 ed ai Grandi eventi, e pluricampione olimpico, dopo l'intervento di angioplastica e impianto di stent cui è stato sottoposto all'ospedale Sant'Anna di Como a causa di un infarto. «Ringrazio innanzitutto chi prontamente è intervenuto, prima soccorrendomi a Conegliano Veneto, poi operandomi a Como. Un pensiero particolare va al dottor Mario Galli e alla sua équipe» ha aggiunto il campionissimo della canoa azzurra.


«Ho sentito sia il presidente del Coni Malagò che il segretario generale Mornati, ho fatto loro un grosso in bocca al lupo – aggiunge Rossi – ora che dovrò stare a riposo, mi godrò tutte le gare degli azzurri». —