Top Secret, il derby è già alle spalle Adesso si riparte dalle note positive

Basket A2/M. Per i biancazzurri, che domani sera ospitano Ravenna, ci sono importanti spunti di riflessione 

il punto

Dopo il ko nel derby di domenica sul campo della Tramec Cento, la Top Secret ieri, in tarda mattinata, si è ritrovata sulle tavole dell’MF Palace per una seduta di scarico, preceduta dalle parole alla squadra del coach Spiro Leka, che ha ripercorso il match perso alla Milwaukee Dinelli Arena, nel quale i biancazzurri hanno avuto brutte percentuali al tiro dal campo (20/60, 33%) e arpionato 10 rimbalzi in meno (31 contro 41) della formazione guidata da coach Matteo Mecacci. Le chiavi della sconfitta si possono riassumere in queste cifre, che la Top Secret dovrà migliorare in vista della seconda gara del girone rosso della Supercoppa, fissata per domani sera a Ferrara contro l’ OraSì Ravenna.


indicazioni

Il match contro la Benedetto XIV non è stato tutto da buttare. Anzi. L’ottima partenza (0-10 dopo 2’, con 5 punti di Mayfield, la tripla di Fabi e il cesto di Vildera) e il grande recupero dal -17 del 25’ (57-40) al -3 del 33’ (65-62), che significa controbreak di 8-22 in 8’, sono aspetti da cui ripartire, come del resto le sole 4 palle perse, altro dato importante in positivo di cui coach Leka è risultato davvero soddisfatto. Da oggi si lavorerà sugli aspetti da migliorare: i margini, inutile negarlo, sono evidenti e il Kleb potrà lavorare con grande serenità per evidenziarli, già a cominciare dai prossimi appuntamenti in Supercoppa, quello già citato contro Ravenna di domani sera all’MF Palace (alle 20.30) e quello di domenica prossima sul campo di Forlì.

Parla Fabi

Agustin Fabi sta crescendo a vista d’occhio. Dopo aver smaltito i guai alla schiena che l’avevano costretto a saltare l’amichevole a Borgoricco contro Treviso, ora il leader biancazzurro sta uscendo alla grande. A Cento ha chiuso con poco meno di 28’ di gioco, 16 punti, con 4/5 da fuori, 3 falli subiti e altrettanti assist.

«A Cento è stata una gara piena di alti e bassi da parte nostra - dice l’ala biancazzurra -, dopo il nostro ottimo avvio loro sono stati bravi a rientrare in gara, Cento ha tirato con ottime percentuali, pure su tiri contestati. Sono stati bravi a mantenere la lucidità per 40’, mentre noi dobbiamo un attimino migliorare, trovare un certo equilibrio durante l’intera gara: questa partita ci darà importanti spunti per il futuro, ma è bene ricordare che siamo solo all’inizio della preparazione. Il gruppo? Chi c’era già ci ha accolti in maniera eccezionale. Dal punto di vista tecnico è normale che certi equilibri debbano riassestarsi, anche perché ci sono giocatori nuovi, ci sta che ci voglia un po’ di tempo, ci auguriamo di arrivare al 3 ottobre nelle condizioni ottime per arrivare dove vogliamo essere da oggi a maggio-giugno 2022. A livello personale, dopo qualche acciacco ora mi sento bene, sto avendo una continuità negli allenamenti e nelle partite, questo mi porterà sempre a trovare una condizione migliore, il mio obiettivo personale è arrivare al 3 ottobre in ottime condizioni fisiche. Ravenna? Compagine differente dall’anno passato, l’anno scorso aveva fatto un’ottima stagione, dal canto nostro debutteremo davanti ai nostri tifosi, cercheremo – ha chiuso Fabi – di fare un passo avanti, uno step in più. Piano piano vogliamo assaporare il successo e capire in cosa dobbiamo essere più cinici».

così domani

Domani sera arriverà Ravenna, a strettissimo giro di posta avrà inizio la prevendita dei biglietti sul circuito Vivaticket. I romagnoli hanno battuto al debutto Forlì, grazie ai 33 punti complessivi del duo Cinciarini-Tilghman. Contro il Kleb dovrebbe essere della sfida anche Lewis Sullivan, il secondo straniero dei romagnoli che, dopo essere atterrato all’aeroporto di Fiumicino ieri mattina, ha raggiunto subito Ravenna, unendosi alla squadra.

Final Eight

Diramata ieri pomeriggio la sede della Final Eight della Supercoppa 2021: sarà il palasport Bella Italia EFA Village di Lignano Sabbiadoro (2700 posti) il teatro di quarti (venerdì 24 settembre) e semifinali (sabato 25) di Serie A2, nonché delle due finali (A2 e Serie B) di domenica 26. Domenica sera sapremo le otto qualificate che si contenderanno il primo titolo della stagione.

Lorenzo Montanari

© RIPRODUZIONE RISERVATA