Tra Castelnuovo e Casumaro in scena una sfida “calda” Comacchiese lanciata

I lagunari ricevono un Castrocaro ultimo in classifica Per Centese e Mesola viaggi spinosi. Portuense col Faro

Terza categoria

Capolista S. Bartolomeo


contro la Sangiovannese

Le schermaglie in vetta non mancano, in virtù degli ultimi scontri diretti che hanno dato il via al sorpassone del San Bartolomeo. Squadra a punteggio pieno e pronta a resistere in cima anche in questo quinto turno con il match interno (non semplice) contro la Sangiovannese, che si presenterà priva dello squalificato Delaiti. Il tanto accreditato Copparo 2015 non dovrebbe aver problemi nell’imporsi al “Preziosa” contro l’Atletico Delta. Con zero punti c’è anche l’Estensi Spina di Felisatti che nell’ultimo turno aveva impattato (1-1) col San Martino ma che si è vista togliere il punto per un’irregolarità nello schieramento di un giocatore, sanzionata col 3-0 a tavolino. Turno: Bando-Gorino; Copparo-Atl. Delta; E. Spina-Acli; Frutteti-S. Nicolò; Massese-S. Giuseppe; Quartiere-S. Martino; S. Bartolomeo-S.giovannese. Classifica: S. Bartolomeo 12; S. Giuseppe 10; Copparo 10; S. Nicolò 9; Quartiere 7; Frutteti 7; Gorino 7; Acli 6; S. giovannese 6; S. Martino 4; Atl. Delta 1; Bando 1; Massese 0; E. Spina 0.

ferrara. La giornata del campionato di Promozione propone incontri piuttosto interessanti. Nel girone C, due gare in trasferta per le ferraresi. La Centese va a Nonantola contro il Ganaceto. «Dovrebbe rientrare Carpeggiani - svela mister Vinci -: ed è una buona notizia. Con il riposo, sono andato a vedere i nostri avversari. Il Ganaceto è una bella squadra: solida, veloce, bene organizzata e con due o tre ragazzi di notevole valore. Non sarà un confronto facile». Il Casumaro, invece, va a Castelnuovo Rangone. I modenesi hanno vinto le ultime tre gare giocate, sono una squadra “calda”. Il Casumaro invece continua ad avere problemi di formazione ma anche i rossoblù non perdono da tre gare, sia pure con un pareggio: «È un momento difficile - spiega mister Panzetti - ma dobbiamo cercare di limitare i danni e progredire. Ci era appena rientrato Evali, che aveva segnato una tripletta, ma si è infortunato di nuovo. Battistelli difficilmente recupera. Certo, magari viene in panchina, ma dobbiamo vedere. E poi Nicoli è squalificato. Non sarà una passeggiata».

Nel girone D, la Portuense riceve il Faro di Gaggio Montano. I rossoneri vengono da una vittoria in trasferta e dovranno confermare la loro indubbia forza anche al “Bellini”, dove molte squadre arrivano intenzionate a chiudersi. Va detto che il Faro Gaggio si fa preferire in casa, sul piccolo terreno sintetico di Gaggio Montano, ma ha uomini pericolosi come M. Lenzi e una buona capacità di chiudersi e ripartire con un efficace contropiede.

Chiusura con il girone di Comacchiese e Mesola. I lagunari aspettano al “Raibosola” un Castrocaro accessibile: ultimo in classifica, uno dei peggiori attacchi e la peggiore difesa del girone; cinque sconfitte su cinque partite finora giocate. Mancano Trombini e Petricelli, ma la speranza è che ci sia comunque la possibilità di proporre un attacco adeguatamente incisivo. Infine il Mesola: mister Frasson dovrà letteralmente inventarsi il centrocampo. Cantelli, infatti, si è infortunato e non è detto che Pittaluga riesca a rientrare. Ovviamente continua l'indisponibilità di Mirontsev e di Ferrara e di diversi altri elementi. «Dobbiamo tenere duro - ha detto il tecnico dei castellani -, fino a quando non riusciremo ad avere tutti gli elementi a disposizione». Il Solarolo, in casa, ha subìto solo una rete, ma non ha ancora segnato.

Alessandro Bassi

© RIPRODUZIONE RISERVATA