Contenuto riservato agli abbonati

Spal, brutta botta: Viviani squalificato per due giornate

Il regista salterà la trasferta calabrese di sabato e la gara interna con il Lecce. Esposito al centro, con Crociata, Mora, Da Riva e Zuculini a giocarsi due maglie

FERRARA. Assenza scontata, “annunciata”. Sentenza temuta. Ma non per questo meno dolorosa: la Spal perde Federico Viviani.

Sentenza e danno


Il centrocampista, espulso quasi allo scadere della gara interna di sabato scorso (sconfitta 2-3 contro l’Alessandria), ieri (23 novembre) è stato squalificato per due giornate: «per avere, al 43’ del secondo tempo, rivolto per due volte al Direttore di gara un'espressione irriguardosa», come recita testualmente il comunicato emesso dal giudice sportivo.

Insomma, le volte sarebbero state anche di più, certo però che non viene perdonato proprio niente. Visti i metri usati spesso, comunque, meno male che non si è andati oltre i due turni.

Di certo per la Spal si tratta di una perdita gravissima. Per come stava giocando Viviani da inizio stagione, per la sua fondamentale presenza in campo, per le doti balistiche su calcio da fermo. Ed anche perché il regista mancherà lo “spareggio” di sabato a Cosenza ed il successivo confronto casalingo di martedì sera contro il super Lecce. Inutile sottolineare che si tratta di partite in cui sarebbe stato estremamente importante poter contare su una pedina come Viviani.

Le soluzioni

Guardando all’immediato, a Cosenza il compito di rimpiazzarlo nel ruolo spetterà a Salvatore Esposito, che slitterà da mezz’ala destra a perno del centrocampo, andando ad occupare la posizione che predilige, che meglio calza con le sue caratteristiche e che riveste anche nella Nazionale Under 21. Ora si tratta di capire chi saranno i due interni. Quattro in lizza per due maglie: Crociata e Mora teoricamente favoriti, Da Riva e Zuculini che sperano di avere una chance e di poter giocare la loro prima partita stagionale dal primo minuto.

Ammessi i tifosi

Mister Clotet valuterà attentamente tutto nel corso degli allenamenti di questi giorni. Dopo la seduta di ripresa, la Spal lavorerà oggi, domani e venerdì sempre alle 11. Da notare che la seduta odierna sarà aperta al pubblico: per accedere al Centro “G.B. Fabbri” i tifosi biancazzurri dovranno esibire il green pass in corso di validità e mantenere indossata la mascherina per tutta la durata della presenza all’interno dell’impianto.

Le altre scelte

Per quanto poi riguarda la formazione da opporre al Cosenza, detto della forzata sostituzione di Viviani e dei ballottaggi per le due maglie di mezz’ala, l’undici iniziale non dovrebbe soffrire stravolgimenti. Conferma del 4-3-1-2 e, al limite, potrebbe essere vivo il dubbio tra Tripaldelli e Celia come terzino sinistro. Per il resto si vedrà. Posto che Clotet - come da lui più volte sottolineato - non ama cambiare molto, di turn over si parlerà eventualmente per la partita contro il Lecce, quando un po’ di forze fresche (anche nell’ottica delle tre gare in una settimana, visto che poi il sabato 4 dicembre la Spal andrà a Crotone) potrebbero far comodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA