Da Riva super, Esposito male Colombo: gol e... squalifica

6 Pomini

Classe 1981, fa il suo debutto stagionale, terzo portiere “speso” finora da Clotet a testimonianza di gerarchie saltate per aria e ruolo ritenuto evidentemente carente. Lui fa a lungo il suo:due ottime parate nel primo tempo. Sul terzo gol però non è irreprensibile.


6 Dickmann

Applicato e deciso. Buone cose alternate a qualche piccolo sbandamento. Ma non ha clienti facili.

6 Peda

Bravo, il ragazzo. Primo tempo solido, in cui va anche a sfiorare un gran gol di testa negatogli dalla prodezza di Gabriel. Anticipato da Gargiulo sul gol dello 0-1 ma lì è questione di centimetri sulla traiettoria deviata da Pomini, non c’era molto da fare. Nella ripresa soffre un po’ di più.

6 Capradossi

Incerottato e fasciato, tiene botta a lungo prima di non riuscire a chiudere le falle che si aprono in campo aperto. Non brillante come nei giorni migliori.

5.5 Celia

Non demerita. Anzi, spinge, si propone e crossa divinamente bene. Però nella morsa Strefezza-Gendrey c’è da soffrire. Si oppone come può ma qualcosa concede, non sempre chiudendo adeguatamente.

n.g. Tripaldelli

Pochi minuti nel finale, a gara ampiamente decisa.

5 Esposito

Superficiale ed impreciso, con tre gravi errori in un solo frangente perde il pallone che porta all’azione del gol del vantaggio leccese. E, in generale, non offre un contributo apprezzabile.

7.5 Da Riva

Prestazione straordinaria, di alto livello, sotto ogni punto di vista: tecnico, tattico, fisico. Energico, deciso, di buon piede, lucido, duro sull’uomo, puntuale nel pressing, è a lungo l’anima della Spal. Intercetta, recupera, rilancia, imposta, “va”. Innesca Colombo, genera l’azione del gol. E tante altre cose.

5.5 Seck

L’assist per Colombo è la sola cosa realmente apprezzabile della sua partita. Qualche raro guizzo e senza mai incidere.

n.g. D’Orazio

Entra per giocare gli spiccioli di una gara al tramonto.

6 Mancosu

Molto movimento, molto sacrificio, più di un tentativo. Gli viene negato un rigore che ha del clamoroso, tanto era evidente il fallo di mano - a braccio aperto - con cui Hjulmand si è opposto alla sua conclusione di destro.

5.5 Crociata

A sinistra nei tre dietro la punta centrale. Molto impegno, gioca diversi palloni, però alla fine dei conti senza mai riuscire in qualcosa di concreto.

6 Rossi

Entra al quarto d’ora della ripresa e dispensa un paio di giocate d’alta scuola. La Spal però esaurisce la spinta, poi subisce il terzo gol, e lì non resta più molto da poter fare.. Diciamo che mette altri minuti preziosi nel motore.

7 Colombo

Scatta, combatte, va dentro, conclude. Dà un gran fastidio alla difesa del Lecce, che prima minaccia e poi punisce col suo sesto gol stagionale. Gol da centravanti, in posizione di centravanti, per il centravanti che è. Con l’ingresso di Rossi viene nuovamente esiliato a destra e paga dazio. Difendendo, in elevazione, commette fallo: ammonito, era diffidato, verrà squalificato. Grosso guaio.

n.g. Melchiorri

Pochi minuti nel finale.