Contenuto riservato agli abbonati

«È mancata la solita mentalità, però sono stati due giorni duri»

Il commento di mister Clotet dopo la batosta a Frosinone

FROSINONE. La caduta esterna della Spal dopo 5 risultati utili collezionati lontano da Ferrara (con 3 vittorie nel parziale) è stata piuttosto brusca. Per quanto vissuto fuori dal campo e per quanto visto sul terreno di gioco. Tra palesi errori individuali e una prestazione complessiva - pur sicuramente condizionata dal contesto - con poco mordente e senza idee. E il fatto che 7/11 della formazione titolare fosse rappresentata dai cosiddetti “titolarissimi”, non è una gran notizia. Ma in un modo o nell’altro, bisognerà ripartire. Come ha dichiarato mister Pep Clotet al termine della contesa di Frosinone

«Il risultato - dice il tecnico catalano - è molto duro. È vero che avevamo iniziato la partita alla pari con i nostri avversari, ma non abbiamo avuto la mentalità di sempre. Non siamo stati capaci di creare in avanti e i nostri errori difensivi hanno reso tutto più difficile. Nella ripresa abbiamo creato di più, supportando meglio l’attacco, ma il punteggio era già duro».


E ancora il pensiero del mister: «Dobbiamo stare con la testa alta, sono comunque orgoglioso dell’impegno profuso dai calciatori fino alla fine. Sono stati due giorni molto duri, avevamo preparato la partita in un certo modo e nemmeno stamattina (ieri; ndr) sapevamo chi potesse effettivamente giocare questa gara. Non voglio alibi, ma sto provando a proteggere al massimo la squadra da queste situazioni dure. Siamo giovani, siamo tutti umani e la situazione vissuta è stata davvero complicata».

Poi: «Il nostro obiettivo è quello di correggere ciò che non è andato e ripartire magari dal secondo tempo dove ho visto comunque una crescita. Vogliamo tornare a far punti in casa anche se sappiamo già che non recupereremo nessun positivo in vista del Benevento. Intanto stiamo già facendo di tutto per diminuire i rischi e per lavorare in settimana nella miglior maniera possibile. Il focus deve essere chiaro: recuperiamo mentalmente, assimiliamo la situazione Covid e stiamo tranquilli. Tutti stiamo lottando per la Spal: voglio chiedere scusa ai tifosi per questo risultato anche se lo shock di quanto successo è stato forte».

Alessio Duatti

© RIPRODUZIONE RISERVATA