Contenuto riservato agli abbonati

Calciomercato Spal e Covid: ecco le due variabili che incideranno sulla ripresa del campionato

Giovedì si ritorna a giocare con i recuperi, poi spalmate in tre giorni ci saranno le partite dell’ultima giornata del girone d’andata 

le incognite

La serie B si appresta a ritornare in campo. Pochi giorni e si gioca di nuovo, dopo la lunga pausa causata dal rinvio - causa emergenza Covid - dell’ultima giornata di andata e della prima di ritorno. Giovedì verranno disputati i recuperi delle due partite precedentemente saltate (sempre per lo stesso motivo), poi tra venerdì e domenica avranno luogo le gare della 19ª giornata. Però bisognerà vedere in quali condizioni le squadre scenderanno in campo.


emergenza continua

Facciamo un esempio. Una delle due partite in calendario giovedì è il recupero tra Lecce e Vicenza. Ma proprio ieri si è saputo che all’esito dei tamponi molecolari effettuati sabato la società veneta ha comunicato che sono emersi nove ulteriori casi di positività al Covid-19 all’interno del gruppo squadra, che coinvolgono otto giocatori e un componente dello staff. Tutti tale tesserati sono stati posti in isolamento domiciliare, ed il restante del gruppo squadra verrà nuovamente sottoposto a tampone molecolare oggi. Insomma, si è in altissimo mare.

Dal canto suo il Lecce ha reso noto che tre ulteriori componenti del gruppo squadra, di cui due giocatori, sono risultati positivi al Covid-19. Attualmente i casi di positività rilevati nel gruppo squadra salentino sono cinque, tra i quali quattro giocatori. Il Lecce ha poi precisato che «il gruppo squadra, ai cui componenti è già stata somministrata la terza dose booster, si atterrà alle disposizioni applicabili».

In casa Benevento nessun nuovo caso dopo l’ultimo giro di tamponi.

Il mondo del calcio comunque auspica che nel vertice di mercoledì col Governo arrivino indicazioni di precisa chiarezza normativa, cioè che si inizi a disciplinare gli interventi delle Asl. Al vaglio anche l’ipotesi di radunare le squadre in bolla, in attesa del picco dei contagi. Escluso per adesso, invece, che il calcio possa godere di oasi normative.

le trattative

In tale contesto la Spal, dopo l’ondata di contagi che l’ha colpita “a cavallo” del match di Frosinone prima dello stop forzato di tutta la B, è tornata ad allenarsi al completo da venerdì scorso. Mister Venturato, appena insediato allaguida dei biancazzurri, può quindi valutare l’intero organico, in attesa della partita di ripresa domenica al “Mazza” contro il Benevento.

Una gara che al pari di quelle delle altre squadre conoscerà anche l’incognita legata agli affari della lunga finestra di mercato in atto. La Spal schiererà subito il neo-acquisto Meccariello? Avrà altri arrivi? Il Benevento presenterà bomber Lapadula o nel frattempo ci sarà il più che ventilato scambio col sampdoriano Torregrossa?

Interrogativi che pesano anche sulle altre formazioni. Nel senso che il mercato invernale è sempre un grosso terno al lotto, con equilibri che non in tutti i casi vengono mutati positivamente.

Insomma, tra Covid e calciomercato il torneo cadetto rischia di navigare più o meno a vista, almeno fino al termine del mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA