Vigarano paga sempre dazio durante il terzo parziale Il club chiede miglioramenti

VIGARANO MAINARDA. Prima della sosta di fine anno, il presidente biancorosso Marco Gavioli aveva incontrato le giocatrici e lo staff tecnico ribadendo e pretendendo, in modo fermo, che l’obiettivo del campionato doveva essere quello di centrare la partecipazione ai playoff. Con l’anno nuovo sono arrivati invece i guai. Vigarano ha registrato una sconfitta casalinga contro Patti (75-82) in cui la squadra ha evidenziato inspiegabili cali di tensione. Il colmo nell’ultimo turno in trasferta a Firenze.

Contro le toscane capitan Sorrentino e compagne hanno retto il confronto e, seppur sempre per un solo possesso, sono sempre state in vantaggio arrivando all’intervallo lungo avanti 33-36. Nel terzo quarto Perini allunga subito per Vigarano, 33 a 38, poi le biancorosse di coach Borghi sparivano dal campo subendo, in questo parziale, un pesante 19 a 3 e alla terza sirena erano sono finite a “-16” (52 a 39). A questo punto poco è servito vincere, oltre ai primi due, anche l’ultimo parziale. Vigarano gioca bene poi arriva un momento buio che rovina tutto. Cosa sta succedendo?


«Sinceramente - spiega il dg Claudio Bagnoli - non so cosa dire. L’impegno e l’attaccamento alla maglia ci sono sempre stati. Lo staff, che non è in discussione, continuerà a lavorare per migliorare le cose e trovare le giuste soluzioni. Aspettiamo che le cose migliorino». Finora Vigarano ha dimostrato di poter giocarsela con tutte ma poi, causa un terzo quarto da dimenticare (amnesie difensive, problemi nei rimbalzi, assenze e distrazioni varie che vanificano le cose fatte bene) arriva la sconfitta. Ormai questo andazzo è diventato una costante e aumenta la sensazione che la squadra sta raccogliendo molto meno rispetto al valore che gli viene accreditato. Forse si inseguono troppo le soluzioni per eliminare le anomalie, mentre è arrivato il momento di pensare a migliorare individualmente le statistiche. Il prossimo impegno è in casa con Umbertide, una big, e se arriva la terza sconfitta consecutiva le riflessioni saranno d’obbligo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA