Contenuto riservato agli abbonati

Venturato felice, ora pausa e futuro. Finotto: «Onorata la maglia»

A Benevento battuti con merito i padroni di casa. Ora un po' di riposo poi si riparte

Le celebrazioni della salvezza sono proseguite anche in quel di Benevento. Dove la Spal di Venturato si è regalata un altro sorriso, battendo con merito i padroni di casa grazie a una prestazione convincente condita dalla decisiva doppietta di Finotto. Il tecnico spallino alla vigilia del “Vigorito” aveva chiesto concentrazione e attenzione e negli ultimi 90 minuti della stagione i suoi ragazzi gli hanno dato anche di più. «Sicuramente abbiamo fatto una buona prestazione – dice Venturato nell’ultima conferenza post match della stagione -; specie nel primo tempo, contro una squadra forte, con capacità e idee come il Benevento che si giocherà la serie A nei playoff. Per noi era importante finire bene una stagione nella quale abbiamo sofferto molto. Abbiamo rischiato qualcosa nel finale ma una vittoria come questa ci da fiducia per il futuro».

«È stata una piccola gratificazione per questo campionato. Rispetto alla partita d’andata – aggiunge – siamo cresciuti e vediamo che con caparbietà, lavoro e atteggiamento si può far bene». E ancora il tecnico: «Sono contento soprattutto per i calciatori e per Finotto in particolare perché era reduce da un infortunio: il fatto che abbia trovato il gol lo gratifica per il lavoro fatto. Abbiamo dimostrato uno spirito di squadra che mi è piaciuto. Futuro? Ne parleremo dalla prossima settimana, ora godiamoci questa vittoria e poi ci penseremo. Credo sia anche giusto staccare qualche giorno». Questo, il match winner, Mattia Finotto (in procinto di diventare papà, con chiara dedica): «Sono molto felice sia per la prestazione della squadra che per la mia doppietta. Purtroppo ho vissuto un altro periodo non semplice a livello fisico con un problema alla coscia e una fase di ripresa che non è stata rapida. Diciamo che sto iniziando a star bene adesso che è finita la stagione. Ci tenevo comunque a concludere bene, per noi attaccanti è sempre bello far gol decisivi. Abbiamo onorato la maglia fino alla fine».


© RIPRODUZIONE RISERVATA