Isabella, una regina a colpi di tango

La ferrarese Fusi grande protagonista ai mondiali di Buenos Aires

A un passo dalla vittoria, nella patria della danza più sensuale che ci sia e nell’appuntamento internazionale più importante. Splendida esperienza per Isabella Fusi, 26enne ballerina ferrarese, che mercoledì sera ha partecipato alla finale del Tango Buenos Aires Festival, un vero e proprio campionato del mondo. Assieme al colombiano Diego Amado, è riuscita a farsi largo nella competizione durata una decina di giorni e a cui hanno partecipato, nella sola categoria “Tango de Pista”, circa 500 coppie provenienti da molte nazioni diverse. Una sfida appassionante, a colpi di “colgada” e “sentada”. Nella serata decisiva, con solo 40 coppie rimaste in gara, lo scenario è stato quello dello stadio del Luna Park di Buenos Aires, di fronte a oltre 7mila spettatori. Tutti i presenti hanno avuto modo di ascoltare lo speaker citare Ferrara al microfono, in quanto il duo Fusi-Amado rappresentava ufficialmente l’Italia e la nostra città.

Isabella non è certo nuova alle competizioni di alto livello: nel 2011 a Torino si è laureata campionessa europea per la federazione Fdsi, mentre nel 2014 a Todi si è aggiudicata il quarto posto nella competizione continentale che mette in palio la partecipazione ai mondiali di Buenos Aires. Grandi risultati ottenuti nel giro di poco tempo, se si pensa che la passione verso il tango della Fusi è relativamente recente: lo balla infatti solo dal 2009. Una passione trasformata in una professione a tutto tondo: le prime esperienze da insegnante al Kleb di Ferrara, poi un giro d’Italia per lavorare nelle scuole specializzate (Bologna, Venezia e Firenze) e anche del mondo, con tappe a Mosca e a Marsiglia, dove Isabella vive da un anno. La sua famiglia abita a Quartesana e di Ferrara non si dimentica mai: sui social network la ragazza pubblica foto di fumanti cappellacci alla zucca che non mancano in tavola in occasione dei ritorni a casa. E che non mancheranno di sicuro neppure la prossima volta: dopo aver quasi conquistato la culla del tango, il premio è meritato.

Fabio Terminali

©RIPRODUZIONE RISERVATA