«Ferrara è tappa obbligata delle nostre tournée»

Franz e Ale mercoledì al Teatro Abbado

Franz del noto duo comico ci racconta il nuovo spettacolo in programma mercoledì sera al Teatro Abbado

FERRARA. Ferrara è inevitabilmente una tappa del loro tour, considerando le origini copparesi (meglio ancora, salettesi) di uno dei componenti dell’affiatato duo. Parliamo di Ale & Franz, al secolo Alessandro Besentini e Francesco Villa, che mercoledì alle 21 saranno di scena al Teatro Comunale Abbado per il loro nuovissimo spettacolo “Tanti Lati - Latitanti”, con regia di Alberto Ferrari, che ha scritto i testi con i due interpreti e con Antonio De Santis; organizzazione spettacoli a cura di Caos.
Nel 2015 sono state tre le visite della coppia comica nella nostra provincia: si era partiti a febbraio, al Teatro Arena di Codigoro con “Lavori in corso”, tour in piccoli teatri italiani per preparare proprio il nuovo soggetto. A maggio ecco la partecipazione al festival di Altroconsumo a Ferrara, mentre mercoledì passa il nuovo tour teatrale.
Alla vigilia dei primi due spettacoli avevamo ricordato le origini ferraresi di Ale, i cui parenti vivono ancora tra Saletta e Copparo. Stavolta abbiamo intervistato Franz, partendo proprio dall’abbraccio in famiglia del collega quando sono dalle nostre parti: «A Ferrara e in provincia veniamo spesso - risponde Villa -, sono contento per Ale che può rivedere i familiari, poi la città ed il pubblico sono bellissimi. Peccato che in tournée i tempi siano ristretti e ci sia poco tempo da dedicare al turismo...».

Da “Lavori in corso” a “Tanti Lati - Latitanti” cosa cambia per gli spettatori?
«Il precedente percorso si è concluso e questa è proprio la conclusione. L’impostazione è la precedente, però ci sono delle idee nuove, una chiusura particolare ed un titolo che già spiega alcune cose. Stavolta lo spettacolo ha un inizio ed una fine e per esigenze di lunghezza è stata tolta una scenetta. Diciamo che si coglierà di più l’insieme del soggetto: chi ha visto pure lo spettacolo precedente capirà cosa intendo con queste parole».
Una caratteristica importante del vostro lavoro è la capacità di rispettare le vostre idee artistiche anche nei programmi in televisione...
«È vero e sono contento che venga notato: abbiamo sempre fatto quello che ci piaceva, rinunciando a ciò che non era in linea con il nostro percorso. In televisione - aggiunge Franz - ci sono maggiori possibilità di popolarità, ma è anche un modo per capire cosa si vuol fare da grandi. Se in teatro presentiamo un certo tipo di spettacolo, in televisione dobbiamo cercare di rimanere in linea a questo: la coerenza è il primo obiettivo».
Chiudiamo con una battuta: la vostra coppia resta affiatata nonostante l’eterno derby calcistico fra Ale interista e lei milanista...
«Loro stanno ricominciando a vincere, mentre noi viviamo ormai da troppo tempo di ricordi. Ogni anno spero di vedere miglioramenti, e invece... ma con Ale andiamo d’accordo nonostante questa enorme divergenza di vedute».
Biglietti ancora disponibili alla biglietteria del Teatro Abbado (Corso Martiri della Libertà 5, tel. 0532 202675) e tramite il circuito Ticketone.