La Commission lancia il giovane Pappi 

Il cineasta estense sta tirando un corto sul difficile tema del lutto per un bambino

L’elaborazione del lutto nel percorso di vita di un bambino. Questa la trama che vede il giovanissimo regista ferrarese, Edoardo Pappi, impegnato nella realizzazione di un cortometraggio dal titolo, per ora provvisorio, Elaborazione di una madre. La sceneggiatura è dello stesso regista e Pappi, già autore di vari cortometraggi presentati anche nella rassegna Ferrara-Roma film Corto, racconta attraverso la rappresentazione filmica la drammatica vicenda di un bambino che deve affrontare la perdita prematura della madre e inizia un percorso emozionale che, forzatamente, ne caratterizza e condiziona l’infanzia.
Le riprese si stanno svolgendo a Ferrara ma è prevista anche una tappa sul litorale comacchiese che fungerà da scenario per un ciak particolarmente complesso, perché implica una ‘critica’ immersione nell’acqua, fuori stagione, per la protagonista femminile, Paola Passarelli. «Nonostante la durezza del testo - sottolinea il regista - il set è permeato di tanto entusiasmo, molta voglia di far bene e in tutti c’è molta adrenalina».
E basta guardarli al lavoro, durante le riprese, per rendersi conto dell’entusiasmo con cui gli attori si calano nel propri ruoli. Nel cast, nel ruolo del padre, figura anche l’attore ferrarese Paolo Garbini, reduce dall’assegnazione del premio “James Dean” nell'edizione del Belluno film festival dello scorso anno. Tra gli interpreti anche la modella e conduttrice televisiva Paulina Bien, la “guest star” Yoon Joyce Cometti, l’attrice teatrale Rita Campalani e il giovanissimo Emanuele Verdino che ricopre il difficile e impegnativo ruolo del piccolo protagonista.
La produzione del cortometraggio è patrocinata e supportata dalla Ferrara Film Commission, sempre presente sul set con la segretaria di produzione, Margherita Pasetti, e con l’organizzatore Maurizio Ganzaroli. Il cast tecnico è formato da Fabio Possanza, direttore della fotografia, Alessandro De Luigi operatore video, Gianpiero Sanzari tecnico audio, Catia Pignatti segretaria di edizione e Daniela Campaci assistente di scena. Per la realizzazione delle foto di scena sono impegnati, oltre alla Campaci, anche i fotografi Giulio Pola, Davide Ferraresi e Daniele Mantovani, tutti del team fotografico di Ferrara Film Commission.
Giuliano Barbieri