Jazz, swing e infine blues Le calde note di Faraò

Lo spettacolo di questa sera al Jazz Club Ferrara (inizio ore 21.30, corso Porta Mare 112), ruota attorno al pianista Massimo Faraò e alla sua competenza in materia di jazz standards, swing e blues feeling.

Non è un caso che Faraò sia tra i musicisti italiani più apprezzati in America e che lì allacci proficue collaborazioni. Ne è testimonianza questo nuovo sodalizio stretto con la giovane trombonista catalana Rita Payés e la statunitense Joy F. Brown, un’interprete vocale capace di regalare emozioni come solo le grandi cantanti della tradizione afro-americana riuscivano a trasmettere. Completano la formazione Nicola Barbon al contrabbasso e Byron Landham alla batteria.


Nato a Genova nel maggio del 1965, Massimo Faraò comincia a collaborare con musicisti locali, specialmente con il bassista Piero Leveratto. Nel 1993 è invitato per la prima volta negli Stati Uniti a suonare con Red Holloway e Albert Tootie Heath. La cantante e trombonista diciannovenne Rita Payés ha conquistato il cuore della gente.

Informazioni e prenotazione cena al Torrione tel. 331 4323840 (orario 12-22. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI