Gustose ricette proposte da Bini: «Con quello che avete in casa»

I consigli del vincitore di “I re della griglia” da martedì sul sito della Nuova Ferrara 

La prima ricetta del "re della griglia"

FERRARA. In questo momento dell’anno sarebbe dovuta iniziare in modo massiccio la sua attività, quella in cui è da considerare un vero professionista anzi, il “re della griglia”. Parliamo di Luca Bini, originario di Buonacompra ma residente a Scortichino, che nel 2014 vinse questo programma trasmesso sul canale Dmax, iniziando di fatto una nuova vita, che nel corso degli anni lo ha portato a scrivere addirittura un libro, Passione barbecue, con tante gustose ricette per chi ama grigliare. Ma si è anche tolto la soddisfazione di partecipare al Mondiale della griglia a Goteborg, in Svezia, assieme all’altro ferrarese Andrea Garutti, che insieme hanno vinto i campionati italiani e poi hanno ben figurato contro gli avversari del Nord Europa, veri maestri della griglia.

Stop forzato

Ora però c’è l’emergenza coronavirus, così Bini deve stare forzatamente a casa, ma non per questo perde lo spirito e la voglia di provare nuove ricette e lanciare idee, che si possono trovare sul suo sito (www.ilredellagriglia.it) e da martedì pomeriggio anche sul sito del nostro quotidiano, www.lanuovaferrara.it e sulla pagina Facebook. Luca ha infatti preparato una serie di ricette da preparare a casa (senza griglia), in attesa di poter finalmente tornare tutti all’aperto per gustarsi una buona grigliata firmata dal “re”.

L'uovo alla diavola preparato dal "re della griglia"



«D’altronde con la griglia - ci racconta - io preparo dall’antipasto al dolce. Chiaro, in questo momento oltre a non poter uscire di casa, diventa anche complesso realizzare griglie di qualità, visto che il mondo della pesca si è fermato e la carne con pezzi adatti per griglie non si trovano nei grandi supermercati, bisogna andare direttamente dalle aziende ma i costi con la spedizione lievitano notevolmente».



L’attività

Come detto, ora Bini ha dovuto annullare diversi impegni («fino a maggio»), ma nel corso degli ultimi anni è riuscito ad allargare sempre più il proprio raggio d’azione: «Partecipo ad aventi privati e pubblici e feste in tutto il Nord Italia e in Toscana ma sia chiaro, il mio non è street food. Lavoro anche con le aziende che vendono barbecue, per mostrare come funziona il loro prodotto, ma la mia speranza è di entrare anche nelle scuole professionali, per raccontare il barbecue partendo dall’evoluzione delle carni».



«Il nostro - aggiunge - è un mondo ancora in evoluzione, esistono associazioni a livello mondiale a cui aderiamo tutti noi di mestiere, ma non mancano i neofiti che scopiazzano le nostre idee e alla fine non fanno che rovinare l’intero settore. Ma tra chi, come me, ne fa parte ormai da anni c’è una bella rete di collaborazione».

Bini, gli spaghetti del re della griglia



Con la Nuova

Ebbene, da martedì pomeriggio Bini proporrà una serie di ricette tanto gustose quanto semplici, «da realizzare con quello che si ha in casa o che si può trovare facilmente al supermercato, ma mi raccomando, la spesa solo una volta alla settimana».

I nuggets firmati il "re della griglia"



Nel frattempo, Bini è al lavoro con gli amici di XII Morelli per realizzare un grande evento estivo dedicato alla griglia, ma con un ruolo importantissimo riservato alla musica. «Facciamo passare questo periodo di clausura per tornare alla vita normale... e a gustare ottime grigliate all’aria aperta».