Dai Giardini al Green Lab Un ristorante al posto della storica discoteca

Metti una discoteca ferma per le limitazioni del Covid. Metti una coppia di gestori storici, assieme al figlio, che decidono di cambiare tutto e puntare su un ambiente accogliente, aperto tutte le sere, dove poter fare aperitivo o cenare. Nasce così Green Lab, il ristorante sorto in via Ricostruzione a Pontelagoscuro, ossia la sede dei Giardini Sonori. Insomma, se per molti l’emergenza pandemica è stata causa di problemi più o meno importanti, per altri è stata l’occasione per “ripensarsi” e tirar fuori dal cassetto quell’idea che da tempo sognavano di realizzare. Così Monica e Attilio Zanella, gestori storici della discoteca, con il figlio Riccardo in questo anno e mezzo di stop forzato, la loro nuova idea l’hanno prima pensata, poi progettata e infine realizzata.

Primo passo l’estetica: se nella maggior parte delle discoteche estive abbandonate la flora ha ricoperto selvaggiamente ogni ambiente, qui il percorso è stato gestito e accompagnato affinché il paesaggio naturale divenisse il soggetto principale, un vero e proprio eco-habitat dove le strutture dell’uomo passano in secondo piano e si adeguano al cammino creato “spontaneamente” dalla natura.


Ovviamente non basta l’estetica, perché per passare da discoteca a ristorante è chiaramente fondamentale ripensare anche il menù, passando da quello fisso nel solo weekend dei tempi delle serate pre Covid, al menù alla carta (di carne e di pesce), partendo da prodotti del territorio con chef Andrea Pignataro e, come detto, locale aperto tutte le sere. È consigliata la prenotazione (anche aperitivo) ai numeri 347.1050154, 334 9616815 o 334 8795875. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA