Dal barocco al Novecento I musicisti della “Gino Neri” a Palazzina Marfisa d’Este

Inizia oggi la nuova settimana di Musica a Marfisa d’Este. Alle 21 nel giardino della palazzina di Ferrara (corso Giovecca, 170) si esibisce l’Ensemble mandolinistico “Gino Neri” diretto da Stefano Squarzina. La formazione, composta da un gruppo scelto di musicisti della celebre Orchestra a plettro Gino Neri, è da sempre dedito alla valorizzazione del repertorio originale per strumenti a plettro; pone una particolare attenzione ai compositori del XX secolo e al contempo alle opere originali di età barocca per mandolino solista e basso continuo, grazie al prezioso contributo di revisione e trascrizione da parte di alcuni componenti del gruppo: primo tra tutti Stefano Squarzina, compositore, didatta e polistrumentista ferrarese, questa sera alla guida dell’ensemble.

IL PROGRAMMA


Dal barocco al Novecento: in apertura “Dreamtime” per orchestra di mandolini della contemporanea Annette Kruisbrink, cui farà seguito il Concerto per mandolino e orchestra in Do maggiore RV 425 di Antonio Vivaldi, con Nicola Marzanati in veste di solista; di Vivaldi sarà proposto anche il Concerto per due mandolini e orchestra in Sol maggiore RV 532, soliste Sara Bonora e Daria Pisanetti. Anna Morelli sarà mandolino solista nel Concerto per mandolino e orchestra in Si bemolle maggiore di Giuseppe Giuliano, un altro omaggio al Seicento musicale italiano. A seguire “Piccolo mondo antico” di Stefano Squarzina e “Bolero” n. 1 in Sol minore op. 26 del napoletano Raffaele Calace, che chiuderà la serata. Porte aperte dalle 20. 30, inizio concerto ore 21. L’appuntamento si tiene nel rispetto delle norme anti Covid. Ingresso a offerta libera a partire da 5 euro. Prenotazione obbligatoria: 0532.205321, 347.2422821.

© RIPRODUZIONE RISERVATA