“L’avvelenatrice” ritorna La favola di Maria Paiato tra paura, comicità, ironia

Alla rassegna Tra ville e giardini 2021 di Claudio Ronda, va in scena una vera icona del teatro italiano, l’immensa Maria Paiato con una favola nera a tratti comica: “L’avvelenatrice”. Lo spettacolo, un vero e proprio evento teatrale da non mancare, è previsto martedì 3 agosto, alle 21.30, davanti alla chiesa del Traghetto, a Santa Maria in Punta nell’isola di Ariano Polesine. Lo spettacolo sarà presentato da Rai Radio 3, nel programma Pantagruel condotto da Katia Ippaso, in onda domenica 1 agosto 2021, alle 15. Biglietti in prevendita su www. diyticket. it e in loco a partire dalle 20 del giorno dell’evento. Info: www. enterovigofestival. it o pagina Facebook @TravilleEGiardini

«È una favola come tale l’ho trattata – spiega Maria Paiato –, sfruttando le sue innumerevoli possibilità di paura, di suspense, di comicità, di ironia, di musicalità. Il mio intento, il mio gusto è stato quello di fare come Marie: costruirvi intorno una tela magica, una trappola per farvi cadere nelle mie braccia di ragno. Ma tranquilli. Il mio è solo un gioco. Però per giocare si deve far sul serio».


Maria Paiato, torna in Polesine (dove è nata: con orgoglio campanilistico, si ricorda che l’attrice è originaria di Stienta) con questo racconto che ha sempre amato, dopo gli impegni di maggio, al Piccolo teatro di Milano per la regia di Giorgio Sangati, dove ha interpretato il monologo di Stefano Massini “The ladies football club” .

Tra Ville e Giardini XXII è promossa ed organizzata da Provincia di Rovigo, co-finanziata da Regione del Veneto Reteventi, sostenuta da Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, con l’organizzazione tecnica di Ente Rovigo Festival. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA