Galliano rilegge Bach L’erede di Piazzolla sul palco dell’Abbado

Il quintetto guidato dal fisarmonicista sarà domani in città In programma anche un tributo al compositore argentino

Richard Galliano arriva al Teatro Comunale Abbado di Ferrara (corso Martiri della Libertà, 5). Il grande virtuoso della fisarmonica e del bandoneon arriva per la prima volta in città nell’ambito della rassegna di Ferrara Musica. Nome di punta del panorama jazzistico internazionale, considerato l’erede naturale di Astor Piazzolla, Galliano suonerà insieme con il Quintetto dei Solisti Aquilani, orchestra d’archi nata nel 1968 sotto la guida di Vittorio Antonellini, ritenuta una delle più importanti formazioni cameristiche internazionali per la qualità delle esecuzioni e l’ampiezza del repertorio.

LA FORMAZIONE


Il Quintetto che affianca Galliano è formato da Daniele Orlando (violino), Federico Cardilli (violino), Gianluca Saggini (viola), Giulio Ferretti (violoncello) e Alessandro Schillaci (contrabbasso). L’appuntamento è il recupero del concerto del 18 gennaio 2021, saltato a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia. Il programma musicale intreccia Johann Sebastian Bach, con il Concerto per violino in la minore BWV 1041, trascritto e rivisto dallo stesso Galliano per fisarmonica e archi, a una selezione di brani propri: la sognante Habanerando, il Concerto per fisarmonica e orchestra d’archi “Opale”, tra i suoi brandi più eseguiti, e la Petite Suite française per fisarmonica e orchestra d’archi, nata su commissione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Non manca ovviamente un omaggio ad Astor Piazzolla, di cui quest’anno ricorre il 100° anniversario della nascita: del musicista argentino verranno eseguiti Otoño porteño, Primavera porteña e la celeberrima Oblivion.

IL PROTAGONISTA

Musicista completo, diplomatosi al conservatorio di Nizza, compositore in grado di spaziare dalla classica al jazz, Galliano ha legato il suo nome al rilancio della fisarmonica come strumento classico, non più solo legato al folclore e al repertorio etnico. Decisivo in questo senso l’incontro nel 1980 con Astor Piazzolla, che lo spronò a creare lo stile francese “New Musette”, così come lui stesso aveva dato vita allo stile “New Tango” argentino. Biglietti da 7,5 a 25 euro. Per info e prenotazioni: www.ferraramusica.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA