Ferrara, torna la Lirica all'Abbado: si comincia con "Madame Butterfly"

L'opera di Rossini aprirà il cartellone il 29 ottobre. Siglato accordo tra la Fondazione Teatro Comunale e l'orchestra Città di Ferrara

FERRARA. Dal 29 ottobre al 31 dicembre un concentrato di quattro spettacoli, per otto repliche, tutti coprodotti dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara segnerà il grande ritorno della Stagione di Lirica al Teatro Abbado con due celebri opere della tradizione: Madama Butterfly (29 e 31 ottobre) e Werther (28 e 30 novembre). A esse si aggiungerà Farnace di Antonio Vivaldi (30 e 31 dicembre), capolavoro barocco, proposto nella versione scritta per il Carnevale di Ferrara del 1739 e mai rappresentata per divieto ecclesiastico. In cartellone anche l’operita di tango (18 e 19 dicembre), nel centenario della nascita del grande compositore argentino, per approfondire un genere operistico inusuale negli aspetti linguistici e storici. A fine anno spazio a Il Farnace di Antonio Vivaldi (30-31 dicembre).
 
Gli spettacoli iniziano alle ore 20, tranne la domenica in cui messa in scena sarà pomeridiana (ore 16). Informazioni sul sito www.teatrocomunaleferrara.it con particolari sconti per i giovani fino a 30 anni (riduzione del 40% rispetto al prezzo intero), giovani fino ai 20 anni (ingresso 9 euro) e per gli over 65 (riduzione del 15%). Per gli abbonati 2019/20 è previsto uno sconto del 20% rispetto al prezzo intero.

LA CONVENZIONE

L’Orchestra Città di Ferrara diventa l’orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara. È stata siglata oggi, 6 ottobre 2021 al teatro “Claudio Abbado”, la convenzione tra la Fondazione e l’Associazione Sympàtheia – Orchestra Città di Ferrara. In forza della convenzione l’Associazione Sympàtheia avrà il compito di progettare e realizzare appuntamenti musicali per le stagioni di lirica, balletto e concertistica, mettendo a disposizione le proprie professionalità. Proporrà al pubblico occasioni di approfondimento, coinvolgendo personalità significative del settore, e potrà proporre ed elaborare progetti multidisciplinari di introduzione e approfondimento degli spettacoli. La sede organizzativa dell’associazione sarà ospitata al Teatro Abbado, con messa a disposizione degli spazi e dell’attrezzatura tecnica per le prove e la realizzazione delle produzioni.