Parigi e Ferrara unite nel segno di Bassani Dal Teatro Abbado alla capitale francese

Organizzato un convegno in streaming per venerdì alle 14.30 Un evento per omaggiare l’artista a vent’anni dalla scomparsa 

l’appuntamento

L’istituto italiano di cultura di Parigi ha organizzato un evento unico e straordinario per omaggiare il grande Giorgio Bassani, a vent’anni dalla sua scomparsa (morì nel 2000). Il convegno di Parigi, venerdì in collegamento streaming alle 14.30 con il Ridotto del Teatro Abbado , si concentrerà sulla figura di Bassani poeta.


COntributo

«Siamo onorati che Ferrara sia protagonista di un evento di questa portata. Il contributo del nostro teatro impreziosirà ulteriormente l’evento davanti al pubblico di tutta Europa. Ferrara e Parigi saranno unite nel segno di Giorgio Bassani» ha affermato l’assessore alla cultura, Marco Gulinelli.

Nell’occasione verrà proiettato “Rolls Royce” il video di Andrea Forlani con gli interventi di Paola e Lavinia Bassani, Elisabetta e Vittorio Sgarbi e realizzato durante il periodo del primo lockdown. E con la voce narrante di Gabriele Lavia.

ricerca

Il video, che è stato mandato in onda su Rai 1 e su Rai Play, ha comportato una ricerca storica non facile. «Siamo riusciti a recuperare grazie al supporto dell’Officina Ferrarese, il modello esatto di Rolls Royce al quale Bassani si era ispirato nella poesia» ha spiegato il regista Forlani. L’evento, che vedrà la partecipazione della professoressa Paola Bassani, ospiterà anche una giovane poeta della città, Sofia Ilacqua, autrice del libro “Universo di noi”.

letture

«Questa ragazza che ha un’incredibile caratura poetica a soli 16 anni merita di far conoscere i suoi lavori» ha aggiunto l’assessore. Il convegno si aprirà con i saluti di Paolo Grossi, presidente della Fondazione Giorgio Bassani, seguiranno gli interventi di Paola Bassani e Marco Gulinelli e la proiezione del video di Andrea Forlani.

Ci saranno quindi le letture di Sofia Ilacqua e il reading di Moni Ovadia. Tra gli ospiti anche la dirigente scolastica del liceo Ariosto, Isabella Fedozzi e poi Peter Robinson, Martina Piperno, Valerio Capozzo e Jean Nimis (collegati da Parigi), mentre Silvana Onofri e Francesco Franchella presenteranno successivamente la collana bassaniana.

«Il teatro non è solo il luogo degli spettacoli, ma è anche il luogo della cultura, della socialità, della solidarietà e della promozione dei talenti, è pertanto naturale questa continua e incessante collaborazione con l’amministrazione comunale» ha concluso Marcello Corvino, coadiutore artistico del Teatro Abbado.

laboratorio

«Tutta Ferrara sarà co-protagonista di questo laboratorio bassaniano - ha detto la coordinatrice Anna Rosa Fava -: questi eventi ci aprono all’Europa e al mondo».

Nicola Minelli del dipartimento comunicazione del teatro ha sottolineato come il teatro «goda anche di una prossimità rispetto ai luoghi di Bassani: vicino ai Teatini e alla famosa farmacia. Sarà una grande emozione poterlo celebrare in collegamento con Parigi».

Nel rispetto delle misure sanitarie, l’accesso è consentito solo se si è in possesso del Green pass ed è comunque obbligatorio l’uso della mascherina.

Valentina Bacilieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA