Sala Estense: due giorni col “Festival della fantasia”

“L’obiettivo di avere un nuovo anno non è avere un nuovo anno. È che dovremmo avere una nuova anima e un nuovo naso; piedi nuovi, una nuova spina dorsale, nuove orecchie e occhi nuovi”.

Con questo spirito si svolgerà oggi e domani alla sala Estense di Ferrara il “Festival della fantasia”. Da cosa vale la pena ricominciare? Da cosa ripartiamo? Questi i temi che faranno da colonna sonora alla due giorni di incontri, dialoghi e mostre. Fe. Fant– Autumn Session è un evento organizzato dalla Fondazione Enrico Zanotti col patrocinio del Comune di Ferrara, in collaborazione con Cultura Futuro Urbano, Student Office Ferrara, Confraternita Young, Associazione Genitori Luigi e Zelia Martin, Confraternita, Centro Culturale L’Umana Avventura e Accademia. La manifestazione è inserita nell’ambito del progetto Wip 2, iniziativa di tutoraggio in collaborazione con Unife.


PROGRAMMA

Oggi alle 18 (sala Estense) sarà in programma “Dice Angelica, cosa hanno da dirci oggi Boiardo e Ariosto?”. Dialogo con Vittorio Macioce, vicedirettore de Il Giornale e scrittore. Alle 21 (sala Estense) presentazione della mostra “Noi oltre il muro, racconto di una storia tra Este e Ovest”. Durante la manifestazione saranno disponibili visite guidate.

Domani alle 18 (sala Estense) “Che cosa è l’Università e perché te ne curi?”. Dialogo con Alan Fabbri, sindaco di Ferrara, e Laura Ramaciotti, magnifico rettore eletto di Unife.

Domani alle 21 (sala Estense) “Non avere paura che la vita possa finire. Abbi invece paura che possa non incominciare davvero”. Concerto di Marcello Cesena, pianista e compositore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA