Mirabello si tinge di giallo Misteri e delitti si scoprono all’oratorio di San Paolo

Si è svolto con successo il primo appuntamento della tre giorni di narrativa gialla organizzata dalla Pro Loco di Terre del Reno a Mirabello nella sala dell’oratorio di San Paolo (piazza Cardinal Battaglini). Primo ospite della serata è stato Massimo Fagnoni, scrittore bolognese che ha presentato il suo ultimo romanzo, “Tutti giù per terra”, Minerva Edizioni. Classe 1959, Fagnoni, ha lavorato a lungo nei servizi sociali e psichiatrici della sua città prima di entrare a fa parte della polizia locale di Bologna. È autore di una ventina di romanzi che spesso vedono Bologna far da scenario a vicende noir. Con quest’ultimo lavoro torna uno dei personaggi più amati di Fagnoni, il maresciallo Greco, chiamato a scoprire il sottile filo rosso che collega una serie di efferati omicidi a Bologna. Apparentemente scollegati e non riconducibili a un vero movente comune.

Venerdì alle 21 si terrà il secondo appuntamento, questa volta con Davide Pappalardo, scrittore siciliano. L’autore sarà intervistato da Milena Guidoboni, co-organizzatrice dell’evento con la quale illustrerà il suo romanzo “Che fine ha fatto Sandra Poggi?”, edizioni Pendragon. Nato alle pendici dell’Etna, dopo alcuni anni trascorsi a Roma, Pappalardo si è trasferito a Bologna dove vive e lavora. Al suo attivo ci sono diversi lavori di genere noir/hard boiled: tre romanzi, un racconto lungo in ebook e una raccolta di racconti. Il suo romanzo è ambientato negli anni ’70 tra Bologna e Milano: un investigatore privato viene contattato per ritrovare una ragazza della Milano bene di cui si sono perse le tracce. Ma non si tratterà di una semplice fuga da casa. Gli incontri sono sempre accompagnati musicalmente dalla scuola di musica “Gino Neri” di Ferrara. Il terzo e ultimo incontro sarà il 3 dicembre alle 21 con Carmine Caputo e il suo “#stodadio”. Ingresso gratuito, Green pass obbligatorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA