Batman, Spiderman e tutte le altre novità Un mese per scoprire (gratis) i fumetti

Arriva anche la serie disegnata dall’attore Keanu Reeves Da oggi in 280 rivendite gli albi sono distribuiti in omaggio 

Luigi Spinosi

Nonostante il nome non è un evento che si ferma a un solo giorno, ma è destinato ad andare avanti per tutto il mese di dicembre o, almeno, fino a esaurimento scorte. Stiamo parlando del “Free comic book day”, il giorno del fumetto gratuito, che prenderà il via oggi in tutta Italia. Una manifestazione nata nel 2001 negli Stati Uniti, e dal 2016 sbarcata anche nel nostro Paese. Il principio che lo anima è semplice e, all’apparenza, anche un po’ folle: nei negozi specializzati che aderiranno (oltre 280 in tutta Italia) verranno distribuiti gratuitamente una serie di albi ancora inediti.


Un’iniziativa alla quale hanno aderito quattro case editrici italiane, tra le più importanti del settore, ossia la Panini Comics, la Sergio Bonelli Editore, la Star Comics e la SaldaPress. Queste case editrici distribuiranno nei negozi quindici diversi albi spillati, con le anteprime di serie che usciranno prossimamente, poi saranno i commercianti a distribuirli gratuitamente ai loro clienti. Nell’elenco dei 15 grandi nomi del mondo delle nuvole tra quali desta una gran curiosità “Brzrkr”: questo nome da codice fiscale è quello della serie che rappresenta il caso editoriale dell’anno negli Stati Uniti, e che segna il debutto come fumettista del celebre attore Keanu Reeves. Ma l’elenco comprende anche “Fear state”, la nuova serie con protagonista Batman; le “Cronache degli antichi regni”, dove si muovono i personaggi dell’universo Disney; il rilancio del gigante verde con “Avengers Hulk 2021”; Il ritorno del nemico/amico dell’Uomo Ragno “Venom”; e poi tanti manga, con “Shangri-La Frontier”, “Kaiju No.8”, “Il duro lavoro di Musubu”, “Sweet home” o “A sign of affection”; l’apocalittico “Deep beyond”; l’ultimo capitolo della serie Far Cry “Le lacrime di Esperanza”. E, ancora, la nuova serie in anteprima assoluta edita da Sergio Bonelli “Simulacri”, firmata dagli autori italiani Marco Bucci e Jacopo Camagni; così come il comic day sarà l’occasione per presentare la nuova serie di SaldaPress, sviluppata sullo sfondo della guerra civile americana, “Two moons”. Completa il quadro degli albi in distribuzione gratuita “Crossover”, la serie creata da Donny Cates e Geoff Shaw. Fin qui gli “ingredienti” della manifestazione, ma resta da spiegare il perché. Che cosa spinge le case editrici a partecipare a quest’iniziativa. La spiegazione più immediata è la promozione, e in effetti è così, ma se interpretiamo quel termine nel senso più ampio, ossia di promozione del prodotto culturale fumetto, la promozione della sua conoscenza. Questa la lettura che arriva anche da quella che può essere la capitale italiana del fumetto, Lucca, dove si svolge una delle rassegne più importanti del mondo per gli appassionati, quel Comics & Games che, dopo la pausa per la pandemia, è ripartita alla grande pur in mezzo a mille limitazioni. Uno dei punti di riferimento a Lucca, capitale del settore, grazie a Lucca Comics and Games, per gli amanti del mondo a strisce è il negozio “Il Collezionista” che, inutile dirlo, aderisce al Comic Day: «È una bella iniziativa a carattere nazionale che va avanti già da qualche anno – racconta il titolare Dante Pieroni – è un progetto che si pone l’obiettivo di diffondere il fumetto a tutto tondo. Non si tratta solo di far avvicinare a questo mondo chi non lo conosce, ma anche di far incontrare generi diversi a chi invece i fumetti li legge. Solitamente i lettori hanno un proprio genere di riferimento. Per fare degli esempi ci sono gli appassionati di fumetti americani, quelli di fumetti italiani e, soprattutto tra i giovani, gli appassionati, di manga. Ecco, questa è l’occasione per far conoscere al ragazzo che legge i manga, anche il fumetto italiano, o viceversa. Insomma di diffondere la cultura del fumetto. Perché sì, quella che un tempo pur venendo definita nona arte veniva relegata in un angolo, negli ultimi anni ha acquisito l’importanza che merita. E in questo senso il fumetto italiano sta acquistando grazie anche ai suoi nuovi autori un posto di rilievo, è un veicolo culturale, e merita di essere fatto conoscere e crescere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA