Un film sul film A Torino il doc sui Finzi-Contini

Ieri al Torino Film Festival è stato presentato fuori concorso “Il giardino che non c’è”, un viaggio alla ricerca del “giardino” dei Finzi-Contini. «Scusi, sa dirci dov’è il giardino dei Finzi-Contini?», questa la domanda che ha ispirato la pluripremiata regista Rä Di Martino nella realizzazione del docufilm “Il Giardino che non c’è”, scritto da Noa Karavan Cohen e presentato in anteprima assoluta al cinema Massimo. Il giardino dei Finzi-Contini non è mai esistito. C’era però una volta un giardino, che divenne un luogo di pellegrinaggio, un rifugio sicuro, grazie al romanzo di Giorgio Bassani e l’adattamento cinematografico di De Sica che ripercorrono l’ascesa del fascismo in Italia e la scomparsa dei Finzi-Contini, una famiglia ebrea ferrarese. Realtà, finzione, il documentario gioca con la storia, il libro e i personaggi del romanzo… Tra i volti che accompagnano lo spettatore in questo passeggiata visiva, l’attrice francese Dominique Sanda e Lino Capolicchio che, proprio nell’adattamento cinematografico di Vittorio De Sica premiato con l’Oscar come Miglior film straniero (1972), interpretarono i due giovani protagonisti Micòl e Giorgio.